Souvenir Berlino: 5 oggetti per ricordare e anche per scoprire Berlino

Souvenir Berlino, il ricordo di una città che ci ha catturati e in cui abbiamo passato intensi giorni vivendo delle bellissime emozioni. Lasciarla è stata dura, così abbiamo deciso di acquistare dei souvenir per avere questa città sempre sotto i nostri occhi. Ne abbiamo presi diversi, ma in questo articolo vi presentiamo cinque souvenir Berlino molto particolari. Attraverso questi oggetti cogliamo l’occasione per scoprire anche qualcosa in più della misteriosa Berlino.

Primo souvenir Berlino: Ampelmann, l’omino dei semafori

Amplemann Omino del semaforo

Il primo souvenir Berlino che vi voglio proporre è l’Ampelmann. Avete mai sentito parlare di questo simpaticissimo personaggio? Passeggiando per Berlino è impossibile non notare un Ampelmann, che tradotto significa “l’uomo del semaforo”. Dove si trova? Si trova proprio sui semafori stradali.
L’omino di colore rosso con lo sguardo frontale e braccia aperte simboleggia “stop-alt”. Mentre l’altro omino raffigurato di profilo rigorosamente rivolto verso sinistra, in posizione di marcia e di colore verde, significa “avanti”.

Secondo voi è possibile da un simbolo luminoso che appare sui semafori stradali risalire alla storia di questa città?

Beh, la risposta è sì ed è proprio questo che ci ha affascinato e incuriosito di più ancor prima di arrivare a Berlino.
E’ stato ideato per aiutare le persone che hanno difficoltà nel riconosce i colori, ad attraversare la strada. Con il tempo è divenuto uno dei simboli di Berlino.

Omino del semaforo stilizzato su una parete

Come nasce l’Ampelmann

La storia del souvenir Berlino Ampelmann risale al 1961. Esattamente, quando il Presidente della Commissione Trasporti del Comune di Berlino Est incaricò lo psicologo Karl Peglau di sviluppare un sistema per la sicurezza del traffico stradale. A quei tempi Berlino era ancora divisa in est e ovest.
Nel 1989 con la caduta del muro di Berlino e l’unificazione della città, Est e Ovest adottarono la stessa segnaletica togliendo tutto ciò che era riconducibile al periodo dell’occupazione. Di conseguenza anche i semafori con l’omino furono rimpiazzati con i semafori classici.
Per l’Ampelmann era giunta l’ora di andare in pensione. L’artista Markus Heckhausen realizzò una lampada con l’omino dei semafori facendolo così splendere nuovamente nelle case di molte persone.

La nostalgia per i semafori di Berlino Est era così tanta che nel 1997 fu indetto un referendum popolare per reintrodurre l’amato omino luminoso.

Come in ogni favola che si rispetti o forse per fortuna, anche per la questione semafori ci fu il lieto fine! Reinserito l’omino dei semafori al proprio posto, incominciarono ad aprire per la città diversi negozi di souvenir a lui dedicati. Ampelmann è diventato così una vera icona nonché un brand inconfondibile e di successo!
Se volete acquistare un souvenir Berlino non portatevi a casa un semaforo, ma non tornate senza un Ampelmann in valigia.

spugnette souvenir Berlino

E a tal proposito questo è proprio il souvenir che abbiamo acquistato: due simpatiche spugne rappresentati “stop” e “avanti”. Perfette per entrare in tutte le valige, si adattano agli spazi liberi, si ovattano e soprattutto sono leggerissime! Con queste non rischierete di superare i kg consentiti del bagaglio in aereo!
Che ne dite sono originali?

Dove trovare questo semaforo?

Di semafori con Ampelmann ce ne sono diversi in città, ma ve ne segnaliamo alcuni che sono in zona centrale:

  • Tra porta di Brandeburgo e il Palazzo del Parlamento tedesco;
  • Sul Viale Ebertstr, davanti al Memoriale per gli ebrei assassinati in Europa venendo da Porta di Brandeburgo;
  • Sul Viale Französische Str. vicino al Rotes Rathaus (Municipio Rosso);
  • In Postdamer Platz.
Cartolina da Berlino

Come la maggior parte dei turisti siamo rimasti affascinati da questi semafori e il nostro divertimento è stato anche questo!

Turisti a Berlino

Curiosità sull’Ampelmann

L’Ampelmann verde venne progettato per camminare verso destra, ma fu approvato solo orientato verso sinistra per rispetto all’ideologia della Germania Est.

Dove comprare l’Ampelmann

Noi avevamo fatto la Welcome Berlin Card così abbiamo approfittato dello sconto del 25% presso il negozio convenzionato “Ampelmann – Unter den Linden 35”. Il set delle due spugne lo abbiamo pagato poco più di 5,00 Euro.
Se volete potete acquistare un souvenir Berlino online direttamente sul sito ufficiale di Ampelmann.

Bambino con omino del semaforo Amplemann

Secondo souvenir Berlino: Fernsehturm,  la torre della televisione

souvenir Berlino a forma della torre della televisione

Il secondo souvenir Berlino che suggerisco di prendere è una graziosa boccetta di profumo che raffigura la bellissima e particolare Fernsehturm. Si tratta della Torre della Televisione di Berlino che con i suoi 368 m domina la città.
Il profumo ha una fragranza che mi ha stregata e a cui non ho saputo dire no. I dettagli riportati in questa piccola realizzazione sono molto precisi e impeccabili. Ottima anche come regalo a una persona cara. E’ possibile acquistarla sia con fragranza per donna che per uomo.

Torre della televisione tedesca

Ecco alcune info sulla Torre della Televisione:

  • Altezza totale 368 m (punto più alto della guglia);
  • Altezza terrazza punto panoramico 203 m;
  • Sono 60 le finestre che sono collocate nel punto panoramico;
  • Ben 160 pannelli in acciaio ricoprono la cupola;
  • In 40 secondi si raggiunge la cima attraverso 2 ascensori;
  • Velocità media dell’ascensore di 6 m/sec;
  • Alterativa agli ascensori sono le scale con ben 986 gradini;
  • E’ la Torre più alta della Germania;
  • Visibile fino a 42 km di distanza;
  • Il piano del ristorante effettua un giro completo in 30 minuti;
  • La colonna è composta da cemento amato;
  • Sul punto panoramico si trova il “Bar 203”, il locale più alto di Berlino.

Scopriamo la Torre Fernsehturm

Con il souvenir Berlino Fernsehturm vi porterete a casa un po’ di storia della città. Infatti, ogni angolo di Berlino è storia e anche la Torre della Televisione rappresenta parte della storia di questa città. E’ definita anche come il simbolo più amato della città.
Il progetto di realizzazione nacque nel 1964 con l’intento di rinnovare e trasformare Alexanderplatz in area pedonale. Il progetto prevedeva fra le altre cose anche nuove fermate della metropolitana, spazi di incontro e perfino un tunnel sotterraneo per le auto.
Una Torre dalla forma particolare e inusuale, perché? Tutte le decisioni prese in quel periodo erano dettate dall’influenza della Guerra Fredda. Cioè dal confronto durissimo tra gli stati che aderirono al patto di Varsavia, alleati con l’ex Unione Sovietica e gli stati che avevano aderito alla Nato.

Berlino pagherà tutte queste influenze e sfide di potere, ne verrà fuori una nuova città anche e soprattutto sotto l’aspetto architettonico.

Infatti, la forma e l’estetica della Torre nasce dalla competizione tra Unione Sovietica e Stati Uniti inerente ai viaggi spaziali. Ma anche alla prevaricazione delle competenze in campo tecnologico della Germania socialista.
Per la sua realizzazione furono usati materiali di altissima qualità e dopo 53 mesi di lavori il 3 ottobre del 1969 la Torre Fernsehturm apre al pubblico. Una superstar che domina i cieli di Berlino.

Anche se il biglietto per accedere non è molto economico, vi consigliamo di fare questa bellissima esperienza perché lo spettacolo che vedrete non vi lascerà delusi. Una riduzione sul biglietto vi verrà fatta se presentate alla biglietteria la Welcome Berlin Card. Noi siamo saliti nel tardo pomeriggio e vedere Berlino al tramonto con un cielo rosaceo e le luci della città che piano piano stavano prevalendo è stato davvero emozionante.

foto souvenir Berlino

Curiosità sulla Fernsehturm – La Torre della Televisione

Ecco alcune curiosità su questa attrazione che consigliamo di vedere:

  • “Telespargel” ovvero “tele-asparago” è il nome che con il quale i berlinesi chiamano la Torre della Televisione facendo riferimento alla sua forma;
  • E’ chiamata anche “la vetta del Papa”. In giornate di sole, l’antenna crea un’ombra forma di croce sulla parte alta del cupolone. Un simbolo cristiano che faceva capolino in una zona della città in cui, secondo l’ideologia comunista, non era gradita la sua presenza. Per altri la croce rappresenta una vendetta divina contro l’arroganza dei sovietici, che vollero costruire un edificio tanto alto da sfidare il cielo;
  • Pur nella sua imponenzala torre oscilla: infatti l’antenna si muove di circa 50 cm dal suo asse verticale, l’area bar di 15 cm. Un fenomeno importantissimo che permette all’edificio di non collassare su sé stesso.

Terzo souvenir Berlino: le calamite sul frigo

Il terzo souvenir Berlino che suggerisco è un oggetto intramontabile e immancabile fra i souvenir: le calamite. Lasciate spazio alla fantasia perché ce ne sono per tutti i gusti specialmente in una città ricca di monumenti e attrazioni come Berlino. Le più classiche sono quelle con la Brandeburger Tor, il Checkpoint Charlie mentre le più originali sono quelle con frammenti di muro. Ad essere sincera sono stata un po’ scettica su quest’ultime e mi sono chiesta di quale muro fossero…

Perché acquistare e/o regalare un souvenir Berlino calamita?

La calamita è qualcosa di piccolo, maneggevole e che può stare nel bagaglio a mano senza occupare spazio e peso eccessivo. Vanno per la maggiore quelle che hanno più soggetti insieme, così da racchiudere in un unico oggetto tutto il mondo dei luoghi visitati. Ottima idea da regalare e se acquistate in quantità spesso si trovano a buon prezzo.
Splendidi ricordi da attaccare al frigo di casa o come noi, anche sulle parti laterali in acciaio del forno a microonde. E’ scontato dirlo, ma noi viaggiatori siamo collezionisti di calamite!

Quarto souvenir Berlino: skyline di Berlino

skyline souvenir Berlino

Il quarto dei souvenir Berlino che però ha un posto in pole position nella nostra mensola dei ricordi sono gli skyline. In questo modo, quando il nostro sguardo si posa sopra questi souvenir, in pochissimi secondi faremo il giro del mondo passando dall’Europa al Canada fermandoci a Cuba!

Quinto souvenir Berlino: Berliner Luft

Berliner luft come souvenir Berlino

Eccoci arrivati all’ultimo dei nostri souvenir Berlino, il Berliner Luft. Si tratta di un liquore alla menta piperita composto dal 18% di alcool il cui successo è quanto mai recente. Infatti, nel 2014 l’azienda produttrice rischiava il fallimento, ma ora è protagonista di una sorta di rinascita del culto del liquore a Berlino. il Berliner Luft è talmente diffuso da essere chiamato “il dentifricio della vita notturna” soprannome attribuito per il suo sapore alla menta.

Il Berliner Luft ha più di cento anni di storia!

Il Berliner Luft, che in italiano significa Aria Berlinese, è stato creato in una distilleria Schilkin, fondata nel 1921 da russi scappati dalla rivoluzione.
Una volta arrivati in Germania decisero di darsi alla produzione di liquori. Negli anni ’20 e ’30 erano tante le distillerie che producevano liquori a base di menta, ma a poco a poco la Schinklin rimase l’unica sul mercato.
La distilleria Schinklin che ha resistito a due Guerre Mondiali, ma nel 2014 si avvicinò alla bancarotta a causa di un improvviso aumento dei costi di produzione. Per restare a galla l’azienda decise di investire di più nel marketing lanciando nuovi gusti e confezioni. Così sono nate bottigliette ispirate ai monumenti di Berlino come la Porta di Brandeburgo anche in edizioni limitate e gusti stravaganti come ananas e cocco.

Dove acquistare il Berliner Luft

Il Berliner Luft è sicuramente l’unico souvenir Berlino che vi farà ricordare la città non solo nei pensieri, ma anche nei sapori. Noi abbiamo acquistato una confezione da 4 boccettine da 0,02L presso il Duty Free dell’aeroporto poco prima di partire. Avevamo letto che i prezzi erano più bassi e confrontandoli con quelli visti in città, ve lo possiamo confermare.

Se stai leggendo i nostri consigli sui souvenir Berlino allora avrai sicuramente letto il nostro articolo:
Olympiastadion Berlino: info, storia e consigli per la visita dello stadio.

Se ti piacciono gli stadi di calcio, allora potresti trovare altre idee sui souvenir da acquistare nel nostro articolo:
Visita allo stadio Allianz Arena di Monaco di Baviera.

Se invece vuoi continuare a scoprire altre curiosità tedesche ti consigliamo di leggere i nostri articoli 15 Curiosità e leggende su Monaco di Baviera e 10 Curiosità sullo stadio Allianz-Arena che devi assolutamente conoscere.

Auf Wiedersehen

Ilaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto
Share via
Copy link