Farinata di ceci detta anche cecina, fainè, fainà o torta di ceci

Per noi che siamo toscane e che andiamo al mare a Castiglioncello, Vada, Marina di Pisa, mangiare la farinata di ceci detta cecina è quasi un obbligo.
E’ vero, siamo delle golosone, ma la nostra merenda estiva non ha rivali!
Ma vediamo cos’è la cecina?

La farinata di ceci chiamata anche cecina è un piatto tipico della tradizione ligure e toscana. Si tratta di una torta salata molto sottile preparata con farina di ceci, acqua, sale e olio extravergine d’oliva.
La farinata di ceci cambia il nome a seconda di dove ci troviamo.
Infatti, in Liguria la chiamano fainà e a Sassari fainè mentre a Pisa e Lucca appunto cecina. A Livorno invece la chiamano semplicemente torta di ceci e a Massa Carrara calda calda o socca.

La leggenda narra che il piatto risale al 1284, quando durante la battaglia della Meloria la flotta genovese sconfisse quella pisana.

In quell’occasione, le galee genovesi che sostavano davanti alle coste livornesi e cariche di vogatori pisani prigionieri, furono coinvolte da un’improvvisa tempesta. Le galee avevano le stive cariche di barili di olio e di sacchi di ceci e fu allora che l’acqua salata che entrò dentro si fuse con olio e ceci.
L’equipaggio fu costretto a mangiare questa sorta di purea.
Inizialmente i marinai si rifiutarono di mangiarla, ma poi presi dalla fame la assaggiarono facendola prima essiccare al sole e ne furono piacevolmente sorpresi.
Da quel momento pare che la cecina sia entrata di fatto nella cucina tradizionale ligure e toscana e successivamente si sia diffusa nel resto d’Italia e perfino all’estero.

Può essere consumata da sola o come ripieno di focacce, in Toscana chiamate tipicamente schiacciatine, e rigorosamente spolverata di pepe nero. Si può anche accompagnare con stracchino o crescenza, gorgonzola, cipolla o melanzane.

Pisa ne ha perfino richiesto la denominazione DOP.

La nostra amica Claudia Chef anche questa settimana vi stupirà con una cecina rivisitata.
Dateci le vostre opinioni!! E’ migliore la cecina tradizionale o quella rivisitata?

Ingredienti

  • 600ml di acqua a temperatura ambiente
  • 180gr di farina
  • 80ml di olio evo
  • 8gr di sale
  • pepe nero qb

Preparazione

Distribuire la farina in modo uniforme all’interno di una ciotola capiente e aggiungere il sale.
Aggiungere l’acqua poco alla volta, inizialmente qualche goccia, e mescolare con una frusta a mano o con una forchetta.
Amalgamare per evitare la formazione di grumi.
Dopo aver aggiunto tutta l’acqua l’impasto dovrà avere una consistenza liquida.
Aggiungere adesso la metà dell’olio evo e lasciare riposare l’impasto per 3 ore coperto con pellicola o un canovaccio.
Prendere della carta da forno e rivestire lo stampo.
Trascorso il tempo prendere l’impasto aggiungere l’olio rimanente.
Preriscaldare il forno a 200°.
Infornare e lasciare cuocere per circa 20 min. finché non si vedrà la doratura in superficie.
Servire calda e con una spolverata di pepe nero.

farinata di ceci 02

Video ricetta della farinata di ceci

La nostra amica Claudia Chef anche questa settimana vi stupirà con una ricetta per la farinata di ceci rivisitata.
Seguite il suo video per preparare a casa la farinata di ceci e poi dateci la vostra opinione!!
E’ migliore la cecina tradizionale o quella rivisitata?

Assaggiare nuovi piatti quando visitiamo un luogo nuovo è una delle esperienze più belle del viaggiare.

Se anche a te piace provare a cucinarli a casa, puoi trovare un sacco di ricette nella nostra sezione Traditional Food.

Valentina

Torna in alto
Share via
Copy link