Ricetta per una Pita Gyros alternativa

Oggi vogliamo parlarvi di cucina con una ricetta per una Pita Gyros alternativa. Si, perché chi ha detto che cibo e viaggi non siano in relazione tra loro?

Santorini è un’isola affascinante con un misto di romanticismo e di mistero. Affascinante è perdersi nella cittadina di Oia e camminare tra le casette bianche e le chiesette con le cupole blu. Godersi un bel tramonto e stare fino a tardi sulla spiaggia e poi visitare l’isola by night.
Tutte cose che un turista ama fare e di cui ha bisogno. Infatti, ha la necessità e il bisogno di riempirsi gli occhi di posti indimenticabili. Ma la lista di cose da fare e di cui difficilmente intende rinunciare, è  molto lunga!

A noi capita spesso, la nostra lista è talmente lunga che servirebbero giornate di 50 ore per fare e vedere tutto.

Però, viaggio dopo viaggio, abbiamo imparato a studiare il luogo da noi scelto anche sotto l’aspetto culinario. Infatti, andiamo sempre alla ricerca dei piatti tipici per scoprire le specialità locali appartenenti alla categoria dello street food.
E’ un’ottima soluzione per visitare e scoprire posti nuovi e al contempo assaporare le delizie del posto. Il tutto senza “perdere“ troppo tempo.

Proprio durante la nostra visita ad Oia abbiamo assaggiato per la prima volta la PITA in versione street food. Ci è piaciuta molto, con il suo croccante pane simile ad una piadina. Ottima e saporita, farcita con carne e accompagnata da verdure fresche e patate. Il tutto servito con la salsa tipica greca a base di yogurt e cetriolo, la famosa salsa tzatziki.
Ne esistono diverse varianti, ma questa con il pollo che ci ha suggerito e che ha preparato per noi la nostra amica Claudia, è davvero ottima e facile da cucinare a casa. L’originale, infatti, è con il maiale, ma questa è una speciale variante con il pollo.

Ecco allora la nostra ricetta per una Pita Gyros alternativa.

Ingredienti

Questi sono gli ingredienti necessari della ricetta per una Pita Gyros alternativa. 

Ingredienti per l’impasto:
  • 5gr di lievito di birra fresco;
  • 75 ml di acqua tiepida per attivare il lievito;
  • Incorporare il tutto con i 125 gr  di farina 00;
  • Pizzico di sale.

Riporre l’impasto, che deve risultare liscio e omogeneo, in un contenitore e coprire con pellicola, dopodiché lasciare riposare in un posto tiepido per 1 ora.

Ingredienti per la salsa tzatziki:
  • 1 cetriolo;
  • 150 gr yogurt greco;
  • Metà spicchio d’aglio: togliere l’anima e fare a fettine sottili;
  • 1 cucchiaio olio evo;
  • Sale;
  • Pepe nero;
  • 1 cucchiaio aceto di vino bianco.

Mettere la salsa in un contenitore coperto con pellicola e mettere in frigorifero.

Procedimento

Riprendete l’impasto e passatelo sul piano da lavoro. Dopo averlo diviso in 2 panetti, ungersi le mani con olio e lavorare l’impasto modellandolo per creare un disco.
Ricoprire il disco con panno pulito e lasciatelo risposare per altri 30 min.

Nel frattempo cuocere a vapore le patate e poi passarle in padella per dargli croccantezza aggiungendo un pizzico di sale.

Infine, cuocere il pollo in padella con sale e qualche goccia di tabasco.

La pita invece va cotta a parte in una padella antiaderente con una spolverata di olio evo. Ricordatevi di coprire con coperchio.
A cottura completata possiamo farcirla con i nostri ingredienti:

 – salsa tzatziki

 – pollo

 – patate

 Ecco pronta la nostra ricetta per una Pita Gyros alternativa. Provatela anche con l’aggiunta di insalata, alcune fette di pomodoro e un finocchio fresco tagliato a fettine sottili.

Ricetta per una Pita Gyros alternativa 01 Pita Gyros con salsa tzatziki

Video ricetta

Ringraziamo Claudia Rossi Chef per questa ricetta per una Pita Gyros alternativa fatta ad hoc per noi!
Guarda la video ricetta.

Le origini della Pita

Fin dai tempi antichi gli ingredienti base delle tradizioni culinarie di molti paesi, nonostante la diversa cultura, sono stati acqua e la farina. Infatti, uniti ed impastati danno origine a squisiti piatti che con il tempo sono diventati perfino dei veri e propri “piatti tipici”. I primi scopritori della fermentazione del lievito di birra furono gli Egizi.

La Pita greca non è solo un semplice pane arabo, ma è soprattutto uno dei piatti più consumati in tutto il medio oriente.
Il pane arabo è nato in Mesopotamia ben oltre 4mila anni fa e veniva preparato schiacciando l’impasto con poca mollica e creando una tasca interna per la farcitura. Successivamente, veniva modellato a mano per dare una forma di disco.
Questo piatto arrivò poi in Grecia con il nome di PITA.

Negli ultimi anni questo piatto ha acquisito molta notorietà
grazie all’apprezzamento e all’interesse verso la cucina estera
e soprattutto alla diffusione in Europa del Kebab.

Oggi in Grecia la pita (Πίτα) viene servita arricchita di molti ingredienti e con l’aggiunta della tradizionale ed immancabile salsa tzatziki. E’ uno dei piatti più apprezzati dello street food greco.
Si possono trovare anche “Pita Gyros” (πίτα γύρος) in versione extra large. Il Costo per ogni pita è circa 2-3 Euro.

Ottimo piatto sia per il pranzo che per la cena o anche per uno spuntino in qualsiasi momento della giornata.

Ti potrebbe interessare leggere il nostro articolo “Ammirare i tramonti a Santorini”.

Valentina

Torna in alto
Share via
Copy link