Visitare Malaga in 4 giorni: una mini vacanza da sogno

Ho deciso di visitare Malaga a settembre e per farlo ho dovuto dire una piccola bugia a lavoro. Infatti, non mi avrebbero mai dato 4gg di ferie per fare una breve vacanza, così ho detto che avevo un corso a Milano. Invece, sono partita alla scoperta di questa meravigliosa e calda città dell’Andalusia!

Visitare Malaga in 4gg: primo giorno

Come meta di partenza per visitare Malaga in questa piccola vacanza, abbiamo scelto l’Hotel Atarazanas Malaga. Siamo arrivati alle 10:00 in albergo, il tempo di posare le borse, una doccia al volo… e vamos in giro per la città!! Nonostante fosse settembre, abbiamo trovato un tempo meraviglioso con sole e tanti gradi… che fortuna!!

Il nostro albergo si trova davanti il Mercado Central de Atarazanas, all’interno di un ex-cantiere navale del XIV secolo. Per cui abbiamo deciso di iniziare a visitare Malaga proprio da qui.

Ogni giorno moltissime persone vanno a fare la spesa tra le bancarelle del mercato con prodotti freschissimi dal pesce, alle olive e anche frutta e verdura.

Tanta frutta strana e colorata invade le bancarelle del mercato e sapete cos’è il red dragon? È un frutto!! io l’ho visto e assaggiato per la prima volta in vita mia proprio qui! Lo vendono tagliato a metà e lo servono con un cucchiaino di plastica!! Una prelibatezza assolutamente da provare!!!
In realtà, il mercato è un’ottima occasione anche per gustare delle favolose tapas o pesce fritto fresco preparato nei diversi bar.
Ad incuriosirci, infatti, è stata proprio la tantissima gente seduta ai tavolini. Dove c’è tanta gente vuol dire che si mangia bene, per cui non potevamo non andare anche noi. Sfortunatamente non siamo riusciti a trovare un posto a sedere, quindi abbiamo preso due piatti di pesce fritto al volo e via di nuovo a visitare Malaga!

Calle Larios è la più importante via dello shopping con le migliori boutique del mondo.

Dopo la pausa pranzo, abbiamo deciso di rimanere in zona e fare un giro in centro. La città era in gran fermento perché in quel fine settimana ci sarebbe stata una sfilata di moda in Calle Larios. Dappertutto c’erano addetti alla sfilata e sicurezza che andavano avanti e indietro per sistemare le sedie e tappeti. Maxi schermi e tante luci stile Natale arricchivano tutta la via!

Visitare Malaga e le sue strade del centro

Decidiamo di continuare a visitare Malaga allontanandoci dal fermento di Calle Larios e ci dirigiamo verso Piazza della Costituzione. Nel tragitto ci fermiamo in Plaza de Felix Saenz perché vediamo uno Starbucks ed è impossibile per me non fermarmi per prendere un frappuccino. Quindi tappa obbligatoria!!

Plaza de la Constitution è la più grande piazza di Malaga.

Proseguiamo la nostra camminata nel quartiere antico di Velez Malaga e finalmente raggiungiamo la nostra meta. Piazza della Costituzione è stata la sede del Comune fino al XIX secolo. Oggi però si svolgono eventi culturali, politici e religiosi come le feste della Semana Santa (settimana santa) ovvero la settimana che antecede Pasqua.

Visitare Malaga e il suo porto

Ultima tappa del primo giorno è il porto di Malaga. E’ uno dei più importanti della Spagna, ma anche uno dei più antichi. Infatti, la sua costruzione risale al 1000 a.c. per mano dei Fenici. Ad impressionare però sono le grandissime navi da crociera.

Ci sono tanti ristoranti e bar ma anche negozi per un buon shopping d’alta moda.

Decidiamo di tornare a cenare in centro e troviamo un piccolo ristorante il Cal Y Canto. Ovviamente abbiamo mangiato la paella di pesce, accompagnata da una Cerveza e con un’ottima insalata di tonno, pomodori e avocado di contorno.
Guardiamo l’orologio e il tempo è letteralmente volato! Sono le  23:00 e torniamo in albergo per alzarci presto il giorno dopo e continuare visitare Malaga.

Plaza de la Constitution è la più grande piazza di Malaga.

Proseguiamo la nostra camminata nel quartiere antico di Velez Malaga e finalmente raggiungiamo la nostra meta. Piazza della Costituzione è stata la sede del Comune fino al XIX secolo. Oggi però si svolgono eventi culturali, politici e religiosi come le feste della Semana Santa (settimana santa) ovvero la settimana che antecede Pasqua.

Visitare Malaga e mangiare al ristorante Cal Y Canto

Visitare Malaga in 4gg: secondo giorno

La mattina seguente il nostro tour per visitare Malaga inizia con la visita al museo di Picasso al Palacio de Buonavista.

murales con ballerina di flamenco

All’interno del museo si possono ammirare disegni e sculture dell’artista con circa 200 opere esposte. Un bellissimo viaggio intellettuale dell’artista. Quadri di un certo spessore che in realtà visti da vicino hanno dimensioni piccolissime! Lo so, le foto sono severamente vietate nel museo, ma non potevamo non fotografare di nascosto alcune opere!!

suonatori ambulanti vestiti da messicani con sombreros

Proseguiamo la visita al Castello di Gibralfaro che sorge sull’omonimo monte ed è uno dei monumenti più importanti di Malaga. Fu costruito dagli Arabi per proteggere la fortezza dell’Alzacaba. Infatti, ad unire le due strutture c’è una lunga muraglia chiamata Coracha. Esiste però anche una seconda muraglia che serviva per proteggere l’intera fortezza.

Il castello inoltre è famoso per essere stato l’ultimo luogo della città ad essere stato conquistato dai cattolici nel 1487.

Dopo un lungo assedio gli spagnoli riuscirono ad impossessarsene e successivamente il Re Ferdinando lo scelse come sua residenza. La moglie Isabella di Castiglia volle invece vivere in città.
Percorriamo i sentieri che portano in cima al castello dove possiamo ammirare il panorama mozzafiato della città a ben 130 metri di altezza. Una meraviglia!

turisti a Malaga

All’interno del castello c’è un parco con un pozzo profondo 40 metri scavato nella roccia viva dove arriva ad una sorgente d’acqua esistente ancora oggi!
All’interno del castello troviamo anche un centro di interpretazione con un museo che ripercorre la storia militare del castello. Si possono vedere le divise militari di allora!

Proseguiamo a visitare Malaga procediamo verso l’Alcazaba la fortezza di origine araba tra i luoghi più gettonati dai turisti! Non potevamo assolutamente non vederla.

Il suo significato deriva dall’arabo “al-qasba” cioè palazzo fortificato.

Anche qui siamo rimasti affascinati da una vista mozzafiato! All’interno i sentieri e i giardini rendono questo luogo ancora più speciale.
Per info su biglietti e orari per visitare l’Alcazaba e il Castillo Gibralfaro clicca QUI.

La visita del museo, del castello e dell’Alcazaba è abbastanza impegnativo per una sola mattinata e la stanchezza comincia a farsi sentire.
Decidiamo di andare a pranzo per riprenderci un po’ e ci fermiamo in un piccolo locale tipico andaluso dove gli spettacoli di flamenco sono di casa! Anche qui mangiamo una paella strepitosa!!
Considerata la mattinata impegnativa decidiamo di tornare in albergo per passare il pomeriggio in relax e recuperare le energie per continuare a visitare Malaga.
Per cena decidiamo di provare il ristorante Pampa grill con cucina argentina. Dopo 2 giorni di pesce un po’ di carne non ci sta affatto male.
Il proprietario e tutto il suo staff  sono stati davvero ospitali incantevole!! Siamo stati davvero benissimo.

Visitare Malaga in 4gg: terzo giorno

Visitare Malaga vedendo solo le calles del centro potrebbe essere forse limitativo per noi, quindi la metà di oggi è la spiaggia!

Visitare Malaga e la spiaggia Malagueta

La playa de la Malagueta e’ la spiaggia più centrale, infatti per raggiungerla siamo andati a piedi. Andarci a piedi è anche una scelta saggia perché di parcheggio ce n’è poco! La vicinanza al centro fa di questa spiaggia una delle attrazioni principali!
Lungo il litorale ci sono i famosi chiringuitos dove ognuno ha al suo esterno una piccola barca per arrostire il pesce! Uno dei piatti tipici sono le Sardine arrostite a 5 euro.

chiringuitos sulla spiaggia con brace di pesce
Vista la bellissima e calda giornata abbiamo fatto un bel bagno.

L’acqua era un po’ freddina, ma il bagno è stato comunque gradevole visti i 33 gradi.
E poi ci siamo goduti il sole della Costa del Sol!
Al tramonto abbiamo approfittato del caldo e del mare calmo per fare una gita con il catamarano.

catamarano ormeggiato alla banchina

Non ha prezzo una gita di un’ora e mezzo ad ammirare il tramonto, sorseggiando un buon bicchiere di vino, un cocktail o semplicemente come me un’aranciata. Per tutta la durata della gita il relax è assicurato!!
Per cena torniamo al ristorante Pampa Grill lo stesso locale della sera prima.

Visitare Malaga in 4gg: quarto giorno

Siamo arrivati all’ultimo giorno per visitare Malaga e quindi decidiamo di dedicare parte della giornata allo shopping! Se torniamo a casa senza un regalo per le mie due bambine è la fine!
Ci dirigiamo quindi verso il centro per comprare i classici souvenir del luogo: magliette, poggia pentole, targhette, penne, ecc.
Mentre camminiamo per le vie del centro, in lontananza una musica ci avvolge!
Notiamo tante persone, una accanto all’altra intente ad ammirare un artista di strada che crea opere d’arte su vetro! Incuriositi, ci avviciniamo anche noi a guardare l’artista all’opera e in meno di un minimo ha fatto 3 quadretti meravigliosi!
Era il giorno dell’arte e tanti artisti di strada, chi con musica, chi con oggetti creava qualcosa di coinvolgente!
Non ci facciamo però distrarre e finito lo shopping proseguiamo a visitare Malaga.

Approfittiamo per vedere la cattedrale di Malaga, un edificio imponente e tra i monumenti rinascimentali più importanti dell’Andalusia.

Sorge su un’antica moschea costruita nel 1588, ma un terremoto nel 1680 ne distrusse una parte! I lavori ripresero successivamente, ma non fu mai finita per problemi economici!
Dentro è ancora più maestosa. L’opera del coro è un esempio significativo di scultura dell’arte barocca spagnola! Composto da mogano e cedro con circa 40 incisioni.
Troviamo anche due organi spettacolari formati da circa 4000 canne ancora oggi utilizzati!
Si respira barocco da ogni parte nella cattedrale! Anche la bellissima cappella dell’Immacolata Concezione ci ha colpito per la sua maestosità!!

Visitare Malaga e la cattedrale dell'immacolata concezione

Visitare Malaga in quattro giorni è stato un viaggio bellissimo che porterò sicuramente nel mio cuore… anche perché nove mesi dopo è nata la mia terza bambina.

Se decidete di visitare Malaga approfittate per assaggiare anche altre prelibatezze della cucina spagnola.
A questo proposito di consiglio di leggere il nostro articolo
Tortilla di patate spagnola: ricetta alternativa.

Sei avete visitato Malaga e avete un luogo o un locale da consigliarci scriveteci nei commenti.

…See Ya…

Valentina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto
Share via
Copy link