Bitterballen: le famose polpette olandesi

Anche se non siete mai stati in Olanda, avrete sicuramente sentito parlare delle Bitteballen, le famose polpette olandesi.
Noi le abbiamo assaggiate ad Amsterdam durante la nostra visita alla città e hanno conquistato subito il nostro palato, tanto che oggi vogliamo parlarvi proprio delle famose polpette di carne Bitterballen.

Amsterdam è una città affascinante, romantica e giovanile. Le strade del centro sono molto trafficate con turisti e cittadini che si spostano freneticamente da una parte all’altra della città e persone che ci recano a lavoro. E’ per questo motivo che ci sono molti chioschi che si affacciano sui marciapiedi. Utili, ma soprattutto comodi e veloci, per poter afferrare al volo qualcosa da mangiare mentre si cammina e anche in pausa pranzo.

Infatti, mentre eravamo in corso Dam che dalla stazione porta alla piazza dove si trova il Madame  Tussauds siamo incuriositi da un buon profumino.

Un languorino che ha risvegliato alla nostra fame. Da buoni golosoni non abbiamo saputo resistere e così abbiamo deciso di fermarci per un veloce snack al volo. Non vedevamo l’ora di assaggiare le specialità olandesi dello Street Food: patate fritte stile belga in un mega cartoccio e le famose polpette olandesi, le Bitterballen.
Conosciamole meglio.

Cosa significa “Bitterballen” in olandese? Significa “palline per accompagnare bevande alcoliche”. Il nome deriva da un liquore, esattamente un amaro, detto bittertje in olandese.
Ottime da mangiare in tutte le occasioni e in qualsiasi momento della giornata, ma soprattutto molto apprezzate negli aperitivi. Magari accompagnate da formaggi tipici locali con patatine fritte e un bel bicchiere di birra.

Possono sembrare delle vere “bombe” da digerire, ma se mangiate nelle giuste quantità sono molto digeribili.

Le crocchette Bitterballen sono molto amate dagli olandesi e devo dire, non solo da loro. Vengono servite ovunque e le trovi in qualsiasi punto ristoro e friggitorie.
Per farvi capire quanto sono buone e di quanto sono richieste, si trovano perfino in un menù al McDonald’s. Si tratta del menù “McKroket” cioè un panino con una crocchetta di carne grande come un hamburger.
Noi lo abbiamo trovato buonissimo oltre ad essere una piacevole sorpresa perché in Italia non si trova. Peccato che non abbiamo una foto!

C’è perfino del mistero sulle origini delle Bitterballen.

Infatti, alcuni critici gastronomici (non so se si definiscono così), le hanno trovate in ricettari risalenti addirittura al Rinascimento francese. Quindi copiate dai francesi e portate in Olanda? Può essere!
A noi ha colpito soprattutto la delicatezza del ripieno, un ragù di carne di manzo o di vitello con farina e burro e ricoperte da una doppia impanatura. La crocchetta si mangia da sola oppure con un panino morbido mentre la salsa che accompagna le Bitterballen è una senape dal gusto molto forte.

Con il passare del tempo la ricetta originale ha subito delle rivisitazioni e oggi le Bitterballen si possono trovare in diverse varianti. Infatti, esiste la variante al formaggio oppure al tartufo, ma anche ai gamberetti e perfino al cinghiale.
Il costo per 6 crocchette nella ricetta classica, è di circa € 6,00.

Curiosità

  • Le bitterballen sono state rivisitate e si trovano anche fatte con carne di anatre selvatiche catturate all’aeroporto di Schiphol perché mettono in pericolo l’aviazione;
  • Un posto tipico per gustare le bitterballen? Sicuramente PLLEK, un luogo carino fuori da ogni standard. Si trova dietro la stazione nel quartiere artistico NDSM. Qua si trova un bar formato da molti container, con la spiaggia e vista sul lago IJ (si pronunciato “èi”). Questo posto è chiamato anche “lungomare di Amsterdam” ed è ottimo per fare un aperitivo e godersi il panorama.

Adesso però è giunto il momento di scoprire questa ricetta e il segreto per una panatura croccante.

Ingredienti

Questi sono gli ingredienti necessari per preparare le bitterballen:

  • 250 gr filetto biologico di manzo
  • 30 gr di burro
  • 130 gr di farina
  • 1 uovo
  • Pangrattato
  • Olio evo o di semi per frittura

Tempo di cottura:
1 h e mezzo per cottura carne.

Tempo di preparazione:
30 min.

Procedimento

Vediamo adesso il procedimento per preparare le bitterballen:

Tagliare grossolanamente le cipolle, il sedano e le carote per preparare il brodo.
Mettere in una casseruola con acqua la cipolla, il sedano e la carota e 250 gr di manzo biologico.
Aggiungere alloro e rosmarino e lasciare cuocere per un’ora.
A cottura terminata filtrare tutto e mettere la carne da parte per sfilacciarla. Mettere da parte anche 200 gr  brodo che serviranno successivamente.
Aggiungere 30 gr di burro e 100 gr di farina, i restanti 30 serviranno dopo.
Sciogliere il burro e la farina e aggiungere un po’ alla volta il brodo finché non diventa densa.
Quando è arrivato a consistenza aggiungere sale, pepe e noce moscata.
Aggiungere poi la carne sfilacciata e amalgamare e lasciare riposare tutto per un’ora.
Successivamente, riprendere l’impasto e iniziare a creare le polpette. 
Poiché l’impasto è molto morbido, usare un cucchiaio per la forma e passare le polpette nella farina.
Prendere due contenitori per l’uovo e per il pangrattato.
Passare le polpette prima nell’uovo e poi nel pangrattato.
Friggere in olio evo o semi.

BItterballen

Videoricetta

Per aiutarvi a cucinare le gustose polpette olandesi bitterballen, la nostra amica Claudia Rossi Chef ha preparato per voi una video ricetta. Vi spiegherà nel dettaglio tutti i passaggi della preparazione.
Seguitela sul suo canale YouTube.

Se sei in visita nella città di Amsterdam allora ti potrebbe interessare leggere anche il nostro articolo Museo Van Gogh di Amsterdam.
Appena uscito potrai provare le famose polpette Bitterballen.

… See ya …

Valentina

Un pensiero su “Bitterballen: le famose polpette olandesi

I commenti sono chiusi.

Torna in alto
Share via
Copy link