Schiaccianoci soldatino di legno: leggenda Natalizia

Schiaccianoci soldatino di legno è il giocattolo più famoso al mondo e uno dei regali più ricercati nel periodo natalizio.
Il Soldatino Schiaccianoci non è mai stato tra i miei personaggi natalizi preferiti, ne sono stata convinta per diversi anni. Precisamente, lo trovavo triste e un po’ datato. Durante un viaggio ai Mercatini di Natale dell’Alto Adige, esattamente eravamo a Merano, mi sono sorprendentemente ricreduta.
Se ti interessano i mercatini ti consigliamo di leggere il nostro articolo: Tour dei mercatini di Natale.

Come si usa dire “ho subìto” il fascino di questo personaggio.

Vederne in grandi quantità e in tutte le dimensioni, in un contesto fiabesco e in una vera e tangibile atmosfera natalizia, mi ha fatto ricredere. Successivamente a questa esperienza, ho cominciato ad apprezzare il famoso Soldatino Schiaccianoci il quale è riuscito a suscitare in me delle vere emozioni. Così, ho deciso di fare un viaggio nel passato per saperne qualcosa di più. Quali sono le sue origini? A quale epoca risale? Cosa può celarsi dietro questa icona natalizia a livello mondiale?

Schiaccianoci soldatino di legno 02 Soldatino Schiaccianoci con albero di Natale e sacca di iuta

Schiaccianoci, il soldatino di legno,
è una figura facente parte della tradizione popolare franco-tedesca, intoccabile proprio per il suo stretto legame al Natale.

Ho notato che non è ben chiara la storia della nascita del primo Soldatino. Ho trovato ben due versioni. Così mi sono chiesta quale fosse quella riconducibile alla tradizione franco-tedesca?
Nel proseguo dell’articolo lo scoprirete.
Ad ogni modo, una persona molto famosa in questo ambito ha contribuito alla completezza di questo articolo.

La prima leggenda narra che circa duecento anni fa, in un paesino sperduto sulle Montagne Metallifere della Germania e al confine con l’attuale Repubblica di Polonia, viveva un contadino. Era una persona ricca, ma con il cuore di pietra. Per colpa del suo carattere non aveva né una famiglia né amici. Ogni Natale lo passava da solo nella sua casetta davanti al fuoco a schiacciare le noci prodotte dai suoi alberi.
Diventato vecchio e stanco di questo lavoro, decise di chiedere una mano agli abitanti del paese. Così, offrì una ricompensa a chi fosse stato capace di inventare “qualcosa” per schiacciare le noci senza stancarsi.

Si presentarono tante persone con le più strane e particolari invenzioni, ma nessuna di queste entusiasmò il contadino.

Perlomeno fino a quando alla sua porta non bussò un povero uomo. Era un intagliatore di legna di Seiffen. Con sè aveva un sagomato di legno con le sembianze di un soldato. Era dipinto con colori brillanti e la sua particolarità era la mascella, in grado di schiacciare le noci.
Il contadino apprezzò a tal punto questo Soldatino Schiaccianoci che il suo cuore di pietra si sciolse. Donò tutti i suoi averi a chi ne aveva bisogno e diventò amato da tutti gli abitanti del paese.

Il Soldatino Schiaccianoci è uno dei simboli tedeschi
più importanti della storia
e parte integrante delle tradizioni natalizie.

La seconda leggenda invece risale al XVI secolo ed è ambientata nella stessa zona della prima leggenda. A seguito delle pressioni da parte delle truppe tedesche e alle tasse sempre più pesanti, gli abitanti decisero di ribellarsi costruendo un grosso Soldatino di legno. Il Soldato aveva la funzione di schiacciare le noci con la mandibola. La protesta fu comunque molto seria.

Quindi, quale delle due leggende sarà quella vera?
Sapete che al mondo ci sono due musei di Schiaccianoci?
Uno è a Washington negli Stati Uniti mentre l’altro si trova invece nella periferia di Dresda in Germania.

Alla fine ho chiesto aiuto a “The Nutcracker Lady”, niente di meno che la Sig.ra Schiaccianoci in persona.

Questa signora è la fondatrice del Nutcracker Museum di Leavenworth nella Contea di Chelan nello stato di Washington.
Insieme al marito nel 1995 ha aperto il museo come mostra privata dell’immensa collezione di oltre 6.000 schiaccianoci provenienti da 50 paesi. Successivamente costituirono una società senza scopo di lucro. Infatti oggi i proventi del costo di ingresso servono per coprire le spese del Museo.

Schiaccianoci soldatino di legno 03 Signora vestita con un tipico abito tirolese
Arlene Wagner – The Nutcracker Lady – è molto gentile e disponibile e ha risposto alle mie curiose domande.

Lady Schiaccianoci è famosa in tutto il mondo e ha ricevuto molti riconoscimenti nella sua contea per i molteplici laboratori per bambini che organizza nel Museo. Uno fra questi è la “Caccia allo Schiaccianoci”.
Il suo pensiero è: “We believe that if children are exposed to nutcrackers when they are young, they will be lifetime lovers of them”.
Traduzione:Crediamo che se i bambini entrano in contatto fin da piccoli con gli schiaccianoci, li ameranno poi per tutta la vita”.

All’intermo del museo ci sono innumerevoli Soldatini Schiaccianoci originali e provenienti direttamente dalla Sassonia.
Lascio il link al suo museo dove troverete molte informazioni interessanti: Nutcracker Museum.
Per i più piccoli consiglio invece questo sito web.

Arlene mi ha inoltrato anche un breve video
sullo Schiaccianoci il soldatino di legno.
Lo lascio in calce all’articolo.

Tornando alla nostra leggenda, The Nutcracker Lady scrive che anche lei conosce la leggenda del Contadino avido e ricco. Questa infatti è la storia tramandata da generazione in generazione.

Per quanto riguarda la seconda leggenda, ha aggiunto che la conosce in maniera diversa.
“I have heard that the early nutcrackers were made in figures of authority as this was a way of making those in power crack their hard nuts of life”.
“Ho sentito che un tempo i Soldatini Schiaccianoci erano figure autorevoli, dal momento che era così, si faceva in modo che chi aveva potere si occupasse delle difficoltà della vita”.

Schiaccianoci soldatino di legno 01 Soldatino Schiaccianoci a cavallo

Ogni Soldatino Schiaccianoci per essere realizzato ha bisogno di 130 passaggi di lavorazione.

Per realizzare le parti del corpo viene utilizzato prevalentemente abete rosso e faggio. Mentre per materiali decorativi viene utilizzata la lana, pelliccia, filo metallico, lamiera, carta, tessuto e corda. 
Ancora oggi i Soldatini Schiaccianoci vengono prodotti in modo artigianale in Turingia con legno originale e tradizionale proveniente dai Monti Metaliferi (Germania). Hanno un valore economico molto elevato e le figure tradizionali sono quelle del Re e del Soldato.

Secondo la leggenda i denti bene in vista del Soldatino Schiaccianoci, allontanerebbero gli spiriti maligni portando fortuna al proprietario. Venivano regalati per proteggere la casa e portare buona sorte. Un tempo venivano intagliati, modellati, dipinti e decorati a mano secondo il folclore tedesco dando all’oggetto un maggior valore.

Si racconta che il primo Schiaccianoci soldatino di legno
 è stato realizzato nella regione di Erzgebirge
(Sassonia-Germania) alla fine del 1600.

Nel 1800 si diffusero in altri paesi come in Inghilterra e negli anni 50 si diffusero anche negli Stati Uniti.

Piccolo cenno: l’altro museo si trova a Neuhausen in Sassonia nella periferia di Dresda. Questo museo raccoglie la più grande collezione di schiaccianoci. Sono infatti  conservati più di 5.000 esemplari di tutte le misure. Il più grande è esposto fuori dal Museo ed è alto 5,87 mt.

Dopo aver letto questo articolo ci siamo chiariti le idee.

Il mito del Soldantino Schiaccianoci non è stato creato nel 1816 con la favola di Ernest Hoffman “Lo schiaccianoci e il Re dei topi”. E neanche con l’uscita del balletto “Lo schiaccianoci” reso celebre dalle musiche del compositore TchaikovskyLa sua Storia risale a molto tempo prima…

Non avrei mai pensato che una visita in un negozio di Soldatini Schiaccianoci a Merano potesse portarmi così tante emozioni. Perfino a mettermi in contatto con la Signora Schiaccianoci di Washington! Sono queste le vere emozioni che solo un viaggio fatto con il cuore può lasciare.

Ilaria

Un pensiero su “Schiaccianoci soldatino di legno: leggenda Natalizia

I commenti sono chiusi.

Torna in alto
Share via
Copy link